“Acquaragia”- dal World Folk Music al canto popolare Abruzzese

 

 Il Folk-Music-Revival degli anni 60 e 70 è stato un movimento dinamico che conciliò ricerca etnomusicologica, tradizioni musicali e reinvenzioni: tanti furono i musicisti che interpretarono la musica popolare con la propria sensibilità e con attenzione alla musica contemporanea, riducendo quel sottile confine tra musica popolare e musica Pop.

Il gruppo di musica popolare “Acquaragia”  fu tra i primi in Abruzzo a percorrere la strada del folk-music-revival insieme al “Gruppo di ricerca di antiche fonti” di l’Aquila e al gruppo “Lu Cantastorie” di Lanciano.

 

Ettore de Carolis e Donatina Furlone funsero da apripista con “Stelluccia del cielo non ti scurire” un LP fascinoso ricco di atmosfere new-age che non dimenticò la tradizione e la ricerca.

Le ninne nanne, le tiritere, i stornelli all’interno del LP si tingono di nuovi colori ma conservano quel sapore antico di autenticità che neanche l’utilizzo di strumenti come la chitarra django o elettrica sminuisce.

Grazie al sapiente lavoro del Maestro di Paliano e di Donatina che hanno saputo scindere il ruolo di interpreti da quello di ricercatori “Stelluccia del cielo non ti scurire” con i suoi canti della Val Pescara è un autentico gioiello quasi futurista considerando che la data di nascita è il 1973.

Il gruppo “Acquaragia” prima di iniziare la raccolta e l’elaborazione dei canti della valle Peligna proponeva un vasto repertorio di canti popolari internazionali e musica pop d’autore.

Il CD “Luna in levare” de “La Viella del Vecchio” contiene parte di quei canti abruzzesi raccolti da “Acquaragia” nella stagione del Folk-music-revival  e riproposti ora con arrangiamenti di terza generazione.

“La Viella del Vecchio” è formato da Carla Gatta e Marcello Caldarelli che fecero parte negli anni 70 di “Acquaragia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.