Pellegrinaggi Nella Musica Popolare – L’Autunno e “Santa Lucia”

Nella cultura contadina la religione si carica di valori e significati diversi da quelli che gli attribuisce la chiesa ufficiale e nel canto popolare i riferimenti alla Madonna e ai Santi sono pressoché costanti.

I canti religiosi vengono eseguiti durante i pellegrinaggi verso santuari famosi. La particolarità di questi canti è la divisione tra:

  1. la voce maschile del “capo comitiva”  che racconta la storia del santo;
  2. le “voci femminili” che ripetono il ritornello con intervalli armonici di terza e quinta.

“Santa Lucia” viene ancora oggi cantata nelle liturgie del 13 Dicembre a Cansano, in provincia di L’Aquila, e crediamo con grande piacere del maestro Antonio Piovano, studioso e cultore della musica popolare Abruzzese. Il maestro, infatti, era amareggiato per il declino del canto popolare religioso che per secoli ha affiancato la musica dotta nella Cappelle musicali. Tale declino, dovuto all’ introduzione nelle funzioni religiose di canti liturgici in lingua italiana, si è progressivamente accentuato e oggi siamo costretti ad ascoltare, salvo rare eccezioni, canti di pessimo gusto e senza contenuti.

“Santa Lucia” con altri due canti, San Nicola e San Donato, ha suscitato l’interesse della nota folk singer Giovanna Marini che li ha registrati, a scopo didattico, presso l’abitazione di Margherita Rusci, cultrice del canto popolare e originaria di Cansano.

“Santa Lucia” Commenta l’Autunno nella musica popolare d’Abruzzo

 

Piaciuto il video?
Accettiamo molto volentieri commenti che integrano le informazioni che abbiamo inserito in questo articolo.
Condividi questo articolo con i tuoi amici e diffondi anche tu questo estratto di cultura e musica popolare 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*